I principali parchi di Napoli


| In città
Un'utile guida per conoscere i principali parchi e aree verdi di Napoli
Una panoramica sulle aree verdi e i parchi di Napoli, fra soliti luoghi e vere e proprie sorprese. Dai Boschi Reali ai nuovi parchi urbani dove riposarsi, fare sport, incontrare amici.
La Villa San Michele a Capri e il Real Bosco di Capodimonte a Napoli si sono piazzati al primo posto nel concorso "Il parco più bello d'Italia", che da anni promuove il turismo verde attraverso le eccellenze paesaggistiche e botaniche. Napoli è una città caotica, è vero, ma con un po' di pazienza e attenzione riuscirete a scorgere veri e propri angoli di paradiso, dove la parola caos perde completamente significato. Sarà quindi più che opportuno passare in rassegna tutte le aree verdi e i parchi di Napoli. E mica solo per benessere e relax! Molti di questi infatti ospitano attività culturali, grandi e piccoli eventi, rassegne e spettacoli. Dal mare alle colline risaliamo la città in cerca di verde.

La Villa comunale di Napoli è il grande giardino pubblico tra la Riviera di Chiaia e il lungomare di via Caracciolo. Una passeggiata verde a due passi dall'azzurro del mare. Ingresso principale a piazza Vittoria.

La Villa Floridiana e Museo Duca di Martina è un complesso museale che consiste in un grande parco verde e da una villa che ospita il Museo Nazionale delle Ceramiche.

Il Parco della Rimembranza (Virgiliano), più conosciuto come Virgiliano, si trova sulla sommità del Capo Posillipo e si sviluppa su un sistema a terrazze.

Il Real Bosco di Capodimonte, visto dall'aereo sembra proprio il polmone verde di Napoli. 130 ettari di estensione, con oltre 400 specie vegetali e alberi secolari.

La neoclassica Villa Pignatelli fu fatta costruire da sir Ferdinand Acton tra il 1826 e 1830 e si trova sulla riviera di Chiaia, di fronte alla Villa Comunale.

Il Real Orto Botanico di Napoli fu fondato nel 1807 ai piedi della collina di Capodimonte, a lato del Real Albergo dei Poveri, sull'odierna via Foria.

Il Parco Vergiliano a Piedigrotta: non confondiamolo con il Parco Virgiliano di Posillipo! In effetti quest'area verde nel mezzo di Piedigrotta è stranamente poco conosciuta, addirittura dai napoletani.

Il Parco dei Camaldoli si trova sulla cima più alta e panoramica della città, la collina dei Camaldoli. Il nome del Parco proviene dal vicino Eremo cinquecentesco.

Il Parco del Poggio, nel quartiere collinare dei Colli Aminei, è uno degli ultimi parchi costruiti in città. Aperto nel 2001, l'area nasce dalla riqualificazione di una cava di tufo esaurita e abbandonata.

La Riserva Naturale degli Astroni è un'oasi del WWF che si trova al limite occidentale di Napoli. Circa 250 ettari di estensione tra i comuni di Napoli e Pozzuoli.
  • Rimuovi pubblicità
  • Newsletter
  • Diventa socio
  • Carica il tuo evento
  • Rimuovi la pubblicità
    Accedi al sito con le tue credenziali per navigare senza!
  • Iscriviti alla newsletter
    per essere aggiornato sugli eventi in base ai tuoi interessi. Iscriviti
  • Diventa socio!
    I nostri soci accedono agli eventi a prezzi riservati.
    Scopri i vantaggi dei soci!
  • Il tuo evento qui
    Vuoi sapere come vendere i tuoi eventi sul nostro portale? Contattaci
  • Il primo palazzo Liberty di Napoli
  • Gipsoteca dell'Accademia di Belle Arti
  • Sebeto, un fiume tra storia e leggenda
  •   Il museo archeologico etrusco di Napoli
  • Una passeggiata al Parco dei Ventaglieri
  • Il primo palazzo Liberty di Napoli

    Una passeggiata a Napoli nel borgo di Chiaia alla scoperta del primo palazzo in stile liberty della città, tra decorazioni e architetture della Belle Epoque napoletana, quando le acque della senna "sfociavano" nel mare di Partenope.
  • Gipsoteca dell'Accademia di Belle Arti

    La Gipsoteca dell’Accademia di Belle Arti di Napoli è un luogo dedicato alla conoscenza dell’antico, alla diffusione del gusto classico e alla pratica del disegno in tutte le sue forme. A partire dall'età neoclassica si è pian piano formata la preziosa raccolta di calchi e sculture in gesso dell’Accademia partenopea.
  • Sebeto, un fiume tra storia e leggenda

    La scomparsa di ogni sua traccia rende difficile una ricostruzione precisa della storia del Sebeto che a tratti assume le forme della leggenda.  
  • Il museo archeologico etrusco di Napoli

    Interamente dedicato alla civiltà etrusca la cui presenza ha lasciato traccia anche in Campania, il “Museo archeologico Etrusco De Feis“ deve il suo nome al padre barnabita Leopoldo De Feis.
  • Una passeggiata al Parco dei Ventaglieri

    Il parco dei Ventaglieri si trova a ridosso del popolare quartiere di Montesanto, a sua volta a ridosso di piazza Dante e dunque in posizione centrale. Un'oasi di relax e svago curata dai cittadini della zona.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.