Alla scoperta dell'Acquedotto Carolino


| Fuori Porta
  • "Ponte di Maddaloni" - gouache (cm 25 x 40; 1860 circa)

    "Ponte di Maddaloni" - gouache (cm 25 x 40; 1860 circa)

  • Acquedotto Carolino
Una grande opera che evidenzia il progresso tecnico delle antiche civiltà
Opera di ingegneria preindustriale l'Acquedotto Carolino è un bene culturale tra i più interessanti e ricchi della campania. ma anche uno dei più sconosciuti.
Progettato da Luigi Vanvitelli su commissione del re Carlo di Borbone (da cui il nomignolo "Carolino"), l'Acquedotto Carolino fu terminato nel 1770 al termine di un lavoro durato circa 16 anni. L'Acquedotto Carolino è nato per alimentare il complesso di San Leucio e garantire risorse idriche ai giardini della Reggia di Caserta (le "reali delizie").

L'acqua è prelevata dalle falde del monte Taburno, nei pressi di Bucciano (BN) e trasportata su un un tracciato lungo circa 38 chilometri. La struttura è davvero maestosa e all'epoca della sua costruzione fu riconosciuta dall'attenzione dell'Europa, come una delle opere di maggiore interesse architettonico e ingegneristico del XVIII secolo. Per il recupero della nostra storia è fondamentale salvare questa opera ingegneristica monumentale dal degrado e dalla dimenticanza. 
 
Come si vede dalla piccola e graziosa gouache (cm 25 x 40; 1860 circa) "Ponte di Maddaloni" l'Acquedotto Carolino ed il suo ponte passano in una Valle chiamata "dei Maddaloni".

Leggi anche:

Una domenica a Taurasi

Una gita a Solopaca

La Casina Vanvitelliana al Fusaro

Sagre in Campania

  •  Il cimitero delle fontanelle
  • Locali a Napoli: le tendenze della movida partenopea
  • La Galleria Umberto I di Napoli
  • Design e arti decorative a Capodimonte
  • Complesso di Sant'Andrea delle Dame
  • Il cimitero delle fontanelle

    Il Cimitero delle Fontanelle, un luogo tra magia, esoterismo e tradizione che racconta misteri e stranezze di Napoli attraverso culti pagani non consentiti dalla Chiesa e la pietà delle abitanti della zona che nel tempo si sono prese cura dei più sfortunati.
  • Locali a Napoli: le tendenze della movida partenopea

    Tantissimi i locali di tendenza nelle notti del weekend a Napoli. Un utile breviario per il nightlife partenopeo. In cerca di una serata trasgressiva o di un locale di tendenza?
  • La Galleria Umberto I di Napoli

    La Galleria Umberto si trova in via Toledo di fronte alla stazione della Funicolare del Teatro Augusteo nel pieno centro della città a due passi dal Teatro San Carlo e da Palazzo Reale e Piazza del Plebiscito.
  • Design e arti decorative a Capodimonte

    A Capodimonte magnifici esempi delle tendenze del design e delle arti decorative del passato. E si corre il rischio di rimanere accecati dallo sfarzo e dalla luminosità degli interni.
  • Complesso di Sant'Andrea delle Dame

    Sant’Andrea delle Dame era uno splendido complesso conventuale riservato alle fanciulle aristocratiche; fondato nel 1583 dalle quattro figlie del ricco notaio Palescandolo: Giulia, Lucrezia, Laura e Claudia.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.