Oasi del Lago di Conza


| Fuori Porta
  • Lago di Conza

    Lago di Conza

  • Lago di Conza
Un'oasi incontaminata che si estende per circa 800 ettari
L'oasi di Conza rappresenta la più estesa area umida della Campania, precisamente si trova in provincia di Avellino.

Essa comprende un fantastico lago e un bosco igrofilo, oltre a verdi pascoli; tuttavia c'è anche una parte più arida con tratti steppici.
Situata in posizione strategica sulla direttrice Ofanto-Sele rappresenta, insieme all’ Oasi WWF di Persano, la stazione di ristoro e riposo delle specie ornitiche lungo la rotta migratoria che collega il Mar Tirreno all'Adriatico.
Sono presenti oltre 100 specie animali, in particolare c'è una variegata e popolosa avifauna che vi staziona o vi nidifica, durante le migrazioni tra il continente eurasiatico e l'Africa. Tra i mammiferi più diffusi ci sono: volpe, tasso, faina, donnola e la lontra Lutra lutra; anche gli anfibi sono molto numerosi e rappresentati da svariate specie, così come i rettili.

All'interno dell'oasi di Conza è attivo un centro visite con annessa una sala per conferenze, un laboratorio didattico con un percorso natura, capanni di osservazione, e un’area attrezzata per la sosta, che agevola il contatto diretto con la natura.

  • Pompei, una gita nella Storia sepolta
  • Caserma Pastrengo, ex Convento di Monteoliveto
  • I faraglioni di Capri
  • Spaccanapoli, una via, millenni di storia
  • Castello Aragonese di Baia
  • Pompei, una gita nella Storia sepolta

    Nel 1997 l'UNESCO ha dichiarato Pompei "Patrimonio Mondiale dell'Umanità". Questo risultato è stato raggiunto grazie agli straordinari reperti delle città di Pompei, Ercolano e delle città limitrofe, che furono sepolte dall'eruzione del Vesuvio del 79 d.C.
  • Caserma Pastrengo, ex Convento di Monteoliveto

    Il maestoso Convento di Monteoliveto, in seguito alla Repubblica Partenopea, venne chiuso e destinato ad ospitare pubblici uffici. Era il 1860 quando la Caserma Pastrengo si insediò nel complesso conventuale cinquecentesco, che si apre su piazzetta Monteoliveto, nel cuore della città di Napoli.
  • I faraglioni di Capri

    Forse sono gli scogli più famosi e suggestivi del mondo, di sicuro testimoniano inconfondibilmente la ricchezza paesaggistica dell'isola: i Faraglioni di Capri sono oggi il marchio dell'isola e della sua mondanità
  • Spaccanapoli, una via, millenni di storia

    Se prendete la funicolare e arrivate a San Martino, c’è un panorama che vi attirerà e del quale faticherete a non innamorarvi. Un’ampia veduta sul golfo di Napoli, il porto, il Vesuvio sullo sfondo e ai vostri piedi... una città divisa di due!
  • Castello Aragonese di Baia

    Fu infatti edificato dagli Aragonesi per difendere la costa flegrea dalle incursioni saracene. Ma il castello di Baia fu anche luogo di incontri politici e mondani.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.