I Giardini di Augusto a Capri


| Fuori Porta
  • giardini di augusto a capri

    giardini di augusto a capri

  • giardini di augusto a capri
Una delle passeggiate più eleganti dell'isola di Capri
Una meta irrinunciabile che vi lascerà senza fiato. I Giardini di Augusto si trovano a Capri ed accolgono ogni anno tantissimi turisti che dopo aver percorso le vie più mondane dell'isola, desiderano una dolce pausa affacciati sui famosi faraglioni.
Risalenti ad inizio novecento grazie all'iniziativa dell'industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp, i Giardini di Augusto (così ribattezzati dall'amministrazione comunale dopo la fine del primo conflitto mondiale) si trovano in una posizione invidiabile: da un lato si affacciano sui Faraglioni di Capri, dall'altro sulla Baia di Marina Piccola e i tornanti di Via Krupp. In principio l'idea dell'industriale Krupp fu quella di costruire in questo luogo la propria villa. Al progetto non seguì alcuna realizzazione: ciò che rimase, le terrazze che costituiscono gli odierni giardini, furono abbellite e conservate. Dopo il 1918, con la fine della Prima Guerra Mondiale, le terrazze furono ribattezzate con il nuovo nome di Giardini di Augusto in onore dell'imperatore romano Ottaviano Augusto. Oggi costituiscono un vero giardino botanico che ospita vari esemplari della flora dell'isola, con piante ornamentali e non. A queste si aggiungono gli straordinari panorami dell'isola: il monte Solaro, la baia di Marina Piccola, via Krupp ed i celebri faraglioni. Nei giardini si trova inoltre una statua in onore di Lenin, ospite a Capri nel 1908 presso la casa dello scrittore russo Maksim Gor'kij. Il monumento, datato 1968, porta la firma dello scultore Giacomo Manzù.

Come arrivare ai Giardini di Augusto e Via Krupp
Semplice: dalla piazzetta di Capri basta camminare su via Vittorio Emanuele, Via Federico Serena, e proseguire per via Matteotti.

  •  Passeggiando a Pozzuoli
  • Le scale intelligenti di Montesanto
  • Castel Sant'Elmo, la fortezza degli eventi
  • Le Rampe Brancaccio
  •  Ottocento. Le collezioni di Capodimonte
  • Passeggiando a Pozzuoli

    Pozzuoli è meta di turisti e avventori locali, soprattutto nel weekend. Ma perché vanno tutti a Pozzuoli? Scopriamolo.
  • Le scale intelligenti di Montesanto

    Seguendo la linea tracciata dai binari della funicolare, le scale di Montesanto oggi rappresentano una nuova sede di scambio e incontro grazie alle attività di recupero urbano delle associazioni operanti sul territorio, in modo "intelligente".
  • Castel Sant'Elmo, la fortezza degli eventi

    Aperto in qualità di museo, Castel sant'Elmo mette a disposizione i propri ambienti interni ed esterni per visite turistiche e grandi eventi e manifestazioni di carattere culturale e commerciale
  • Le Rampe Brancaccio

    Dal centro storico e dai quartieri popolari ci spostiamo verso la zona elegante di Chiaia, tra i quartieri spagnoli e la riviera, per un altro "miracoloso" percorso, che interessa tanto chi ama passeggiare quanto chi deve spostarsi in auto o moto.
  • Ottocento. Le collezioni di Capodimonte

    Il progetto Ottocento a Capodimonte è stato ideato e realizzato dalla Soprintendenza Speciale per il patrimonio storico, artistico, etno-antropologico e per il Polo museale della città di Napoli. Fiore all'occhiello della città. 

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.