Una gita a Solopaca


| Fuori Porta
  • Solopaca

    Solopaca

  • Solopaca - una cantina
La città, famosa per l'ottimo vino, è una meta perfetta per gite fuoriporta
Solopaca (Surrupaca in dialetto locale) si trova nella provincia di Benevento in Campania ed è una delle mete più richieste nell'ambito del turismo eno-gastronomico. Il vino Solopaca è il principale motivo della sua fama. 
La città di Solopaca si estende ai piedi del massiccio del Taburno-Camposauro, delimitato a nord dal fiume Calore. La morfologia del territorio ha consentito uno sviluppo urbano particolare: il centro abitato è infatti caratterizzato per la sua forma stretta e lunga.



Museo Eno-Gastronomico (MEG)

Oltre al caratteristico centro antico con le sue chiese e i suoi monumenti, una vera attrazione del posto è il Museo Eno-Gastronomico (MEG), che ha sede nell'antico Palazzo Cutillo nella zona del Municipio. Inaugurato nel 2005, il Museo raccoglie reperti della tradizione e della civiltà contadina ed una biblioteca gastronomica, con gallerie e collezioni fotografiche. Il museo svolge inoltre consulenze nelle manifestazioni culturali del luogo.

VINO SOLOPACA

Ma la vera popolarità di Solopaca risiede nella produzione di vino ed in particolar modo del Solopaca DOC bianco e rosso, nonché di Aglianico e Falanghina. Parliamo di prodotti tipici che hanno conquistato i palati di mezzo mondo, dunque di eccellenze della nostra terra.



Festa dell'uva

E ci sembra opportuno menzionare la Festa dell'Uva, che si tiene la seconda domenica di settembre, ed include una sfilata di Carri allegorici rivestiti di uva, visite guidate a cura della Pro Loco, taverne del gusto, percorsi eno-gastronomici e spettacoli. La festa ha origini molto antiche: la prima festa risale al XVII secolo e al posto degli odierni carri decorati, per le strade sfilavano carri trainati da buoi che trasportavano uva, granturco e polli da offrire alla Madonna Addolorata come ringraziamento per il buon raccolto. Per lungo tempo trascurata e abbandonata, la Festa dell'Uva è stata ripresa nel 1979 e prosegue fino ad oggi. La festa è organizzata dalla locale Pro Loco, dalla Cantina di Solopaca e dall'amministrazione comunale.

La Cantina di Solopaca

Altra attrazione degna di nota e da non perdere assolutamente è La Cantina di Solopaca, una tra le più antiche della Campania, con una produzione vinicola che supera i 150 mila ettolitri, collocandosi ai vertici della produzione regionale. Questi numeri sono consentiti dalla rete di aziende agricole dei 600 viticoltori soci, ubicate non solo in Solopaca ma anche in altri 16 comuni vicini, per un totale di circa 1300 ettari di viticoltura.


Leggi anche:

Una domenica a Taurasi

Suggerimenti per la Pasquetta

Alla scoperta dell'Acquedotto Carolino

  • Orologi a sei ore di Napoli
  • Sant'Agata sui due golfi. Una passeggiata fuoriporta.
  • Parco del Grassano, natura e sport
  • Complesso dei Santi Marcellino e Festo
  • Villa Rufolo, la villa che stregò Wagner
  • Orologi a sei ore di Napoli

    I principali orologi a sei ore presenti nella città di Napoli appartengono ai seguenti luoghi sacri: Basilica di Santa Maria della Sanità, Certosa di San Martino, Chiesa dei Girolamini, Chiesa di Santa Maria del Soccorso all'Arenella, Chiesa di Santa Maria di Montesanto, Palazzo del Conservatorio dello Spirito Santo.
  • Sant'Agata sui due golfi. Una passeggiata fuoriporta.

    Non distante da Napoli, il paese di S. Agata è una eccellente soluzione per una passeggiata da fare nel weekend o per una sola giornata.
  • Parco del Grassano, natura e sport

    Tra vestigia romane, castelli medievali e caratteristici paesini si rivela un'oasi incantata che regala la possibilità ai bambini ed adulti di avvicinarsi alla magia della natura.
    Attraversato dalle acque cristalline del fiume Grassano che presta il nome all'intero parco, è un luogo ricco di scorci incantevoli e giochi di trasparenza. Sono presenti molte strutture: il ristorante, l'area giochi, le canoe e la possibilità di pranzare all'aperto nelle aree picnic.
  • Complesso dei Santi Marcellino e Festo

    Nell'omonima Piazza S. Marcellino, nei pressi del decumano inferiore, troviamo la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, composta da due monasteri attigui, quelli dei Santi Marcellino e Pietro e dei Santi Festo e Desiderio, risalenti al XIII secolo.
  • Villa Rufolo, la villa che stregò Wagner

    Villa Rufolo è insieme a Villa Cimbrone una particolare meta del turismo che si concentra nella penisola sorrentina.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.