Sant'Agata sui due golfi. Una passeggiata fuoriporta.


| Fuori Porta
  • Sant'agata sui due golfi

    Sant'agata sui due golfi

  • Sant'agata sui due golfi
Sant'Agata sui Due Golfi, una perla fra i golfi di Napoli e Salerno
Non distante da Napoli, il paese di S. Agata è una eccellente soluzione per una passeggiata da fare nel weekend o per una sola giornata.
Dal Monastero delle Monache Benedettine sulla collina "Il Deserto" lo sguardo si perde nell'azzurro dei due Golfi.

Quello di Napoli e quello di Salerno in un solo batter d'occhio. Dal paesino si può scendere a una piccola spiaggia, Marina di Crapolla dove, secondo un'antica leggenda, sbarcò l'apostolo Pietro per poi raggiungere Roma. Proprio a lui è dedicata una piccola chiesa, sorta sui resti del tempio di Apollo ed oggi frequentata dai pescatori del paese.

Sita alle pendici dei Monti Lattari e molto vicina alla Costiera amalfitana, Sant'Agata è un'ottima meta per il turismo di mare e di campagna: in estate infatti l'aria è fresca e se si vuole un vero bagno di sole, la spiaggia è proprio di sotto. Affacciandosi da Sant'Agata, la prima cosa che conquista lo sguardo sono l'isola di Capri e gli isolotti Li Galli, che sono stati di proprietà del ballerino russo Rudolf Nurejev fino alla sua recente scomparsa.

Perché andare a Sant'Agata? Perché il luogo è meravigliosamente riposante con i suoi scorci sul mare e particolarmente interessante per i palati fini: si mangia davvero bene da queste parti. Suggerimento? Da Alfonso...

  • Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei
  • L'Ecoparco del Mediterraneo
  • Misticismo partenopeo: cimitero delle 366 fosse
  •  I sotterranei gotici della Certosa di San Martino
  • Una notte al Cellar Theory
  • Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei

    Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei raccoglie e mostra i reperti tratti nella zona flegrea e nella sommersa città di Baia, un tempo strategico porto per gli antichi Romani
  • L'Ecoparco del Mediterraneo

    Esteso su circa 100 ettari, l’Ecoparco del Mediterraneo è un'oasi di benessere con le sue distese, i laghi e le piscine che lo rendono una delle più grandi strutture all'aperto con vocazione turistico-sportiva situata nei pressi di Castevolturno.
  • Misticismo partenopeo: cimitero delle 366 fosse

    Napoletani e non, è difficile non conoscere, almeno per sentito dire, il cimitero delle Fontanelle. Ma pochissimi sono i napoletani che sanno di un altro cimitero, altrettanto particolare, per non dire unico nel suo genere: il Cimitero delle 366 Fosse.
  • I sotterranei gotici della Certosa di San Martino

    La cattedrale gotica scoperta nelle fondamenta della Certosa di San Martino rivela l'originaria struttura del complesso e fornisce ai visitatori della città un nuovo itinerario, una nuova meta da conoscere e approfondire 
  • Una notte al Cellar Theory

    Cellar Theory, ovvero: il nightlife al Vomero non è solo birra e pub. Cellar Theory è una parola che ha accompagnato l'adolescenza e post-adolescenza di molti escursori notturni di Napoli. Soprattutto di chi ha frequentato il Vomero.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.