Concerti
Visite guidate
Mostre

In città

Napoli, con il suo centro storico più grande al mondo ti consente di passeggiare in quello che è da considerarsi un museo a cielo aperto. In questa rubrica ti suggeriamo diverse mete da raggiungere a piedi.

Una giornata di turismo al Vomero

Uno scorcio del Chiostro di San Martino
Non solo shopping, al Vomero si trovano siti museali, parchi verdi e oasi
E' ormai da qualche tempo che si notano turisti, italiani e stranieri, in giro per le strade del Vomero, il quartiere collinare di Napoli. Ecco per loro alcuni utili suggerimenti per trascorrere una giornata di turismo al Vomero.

Torre Palasciano a Capodimonte

A Napoli, c’è una torre che ricorda molto alcuni edifici del rinascimento toscano, la cosiddetta Torre del Palasciano, fatta costruire dall’ufficiale medico Ferdinando Palasciano.  L’edificio si articola su due piani e fonde lo stile neogotico a quello rinascimentale. In cima al palazzo troviamo la torre panoramica che è simile a quella fiorentina. Il palazzo si trova in un giardino alberato, a pochi passi dalla reggia di Capodimonte, ed essendo situato in una parte elevata della città è visibile da diversi posti di Napoli.  Nell’androne del palazzo c’è un obelisco dell’Ottocento sul quale sono ancora visibili i nomi, incisi, di uomini noti. In cima all’edificio c’è, invece, un piccolo terrazzo con merlatura a coda di rondine che regala una vista mozzafiato sul golfo di Napoli. Dalla torre è possibile osservare addirittura il cimitero di Poggioreale e in particolare il monumento funebre di Palesciano. La sua tomba, infatti, venne eretta nel “quadrilatero degli  uomini illustri” e la sua statua venne situata su un piedistallo di 5 metri. Una sepoltura del genere evidenzia la notorietà di Ferdinando Palasciano che è stato un precursore della Croce Rossa ed ebbe il merito di curare Giuseppe Garibaldi, ferito in uno scontro sull’Aspromonte. In seguito a quell’episodio, tra i due nacque un intenso scambio epistolare, come dimostrano le lettere custodite presso il Museo di San Martino. Il palazzo, oltre a Ferdinando Palasciano, è stato abitato anche dallo scultore pugliese, Filippo Cifariello, e post morte dal figlio.  Una leggenda napoletana vuole che Palasciano non abbia mai abbandonato la sua dimora, tanto che secondo alcuni racconti il fantasma del medico, di tanto in tanto, si affacci spesso dalla terrazza per ammirare il panorama. Il Palazzo è rimasto per anni disabitato e abbandonato, di recente però torre è stata restaurata ed è stata adibita a bed and breakfast con una vista da hotel a 5 stelle. L’avreste mai detto?
Una residua testimonianza dell'arte pre-rinascimentale a Napoli
A Napoli, c’è una torre che ricorda molto alcuni edifici del rinascimento toscano, la cosiddetta Torre del Palasciano, fatta costruire dall’ufficiale medico Ferdinando Palasciano.

Chiesa di San Gregorio Armeno, le curiosità che non conosci

San Gregorio Armeno - Cupola
La prima idea che viene in mente è la strada dei presepi
In realtà, via San Gregorio Armeno deve il suo nome alla chiesa omonima che è una delle più antiche di Napoli, risalente all’VIII secolo. La strada è famosa in tutto il mondo perché sede delle botteghe dell'arte presepiale napoletana.

I più bei panorami di napoli

Dal Vomero al lungomare una bella passeggiata per scoprire gli angoli migliori da dove scattare una foto, o semplicemente dove vivere un momento di pace e relax

Il parco dei Camaldoli

Situato sulla collina omonima, la più alta di Napoli
Il bosco dei Camaldoli è un'oasi verde di natura, il polmone dell'area nord di Napoli, un ottimo luogo per chi fa footing e per chi vuol concedersi un attimo di pausa e uno sguardo inedito sulla città.