Concerti
Visite guidate
Mostre
  • Museo della Follia

    Museo della Follia

In città

Napoli, con il suo centro storico più grande al mondo ti consente di passeggiare in quello che è da considerarsi un museo a cielo aperto. In questa rubrica ti suggeriamo diverse mete da raggiungere a piedi.

Scale Sante a Napoli

Chiesa dell'Ecce Homo al Cerriglio
Luoghi di culto partenopei con favolose scale monumentali
Sono tantissime le Scale Sante presenti in note chiese della città di Napoli, ecco perché vale la pena scoprire dove sono nascoste e visitarle.

Orologi a sei ore di Napoli

Orologio Santa Maria di Montesanto
Una giornata scandita con sistema orario alla romana
I principali orologi a sei ore presenti nella città di Napoli appartengono ai seguenti luoghi sacri: Basilica di Santa Maria della Sanità, Certosa di San Martino, Chiesa dei Girolamini, Chiesa di Santa Maria del Soccorso all'Arenella, Chiesa di Santa Maria di Montesanto, Palazzo del Conservatorio dello Spirito Santo.

Circolo Nazionale dell'Unione

Circolo Nazionale dell'Unione
Un luogo di incontro, confronto e formazione critica
Il Circolo Nazionale dell’Unione fu fondato nel 1861, quando fu proclamata l’Unità d’Italia; l’edificio venne eretto a Napoli da Carlo Poerio, patriota e politico, per ospitare re Vittorio Emanuele II.

Piante rare all'Orto Botanico di Napoli

Orchis Italica
Un orto ricco di esemplari vegetali da salvaguardare
Le attività svolte attualmente dall'Orto Botanico di Napoli riguardano principalmente la ricerca, la didattica e la conservazione di specie rare o minacciate di estinzione.

Complesso di Sant'Andrea delle Dame

Chiesa di Sant'Andrea delle Dame
Andare al settimo cielo tra i vicoli di Napoli
Sant’Andrea delle Dame era uno splendido complesso conventuale riservato alle fanciulle aristocratiche; fondato nel 1583 dalle quattro figlie del ricco notaio Palescandolo: Giulia, Lucrezia, Laura e Claudia.

Fondo Aosta della Biblioteca Nazionale

Duchessa d'Aosta
In viaggio in Africa con Elena d’Orleans, la duchessa d’Aosta
Il Fondo Aosta, donato alla Biblioteca Nazionale di Napoli nel 1947 dalla duchessa Elena d'Orleans, esprime chiaramente le correnti letterarie, politiche, culturali che si sono susseguite tra il XIX-XX secolo in tutta Europa.