Il Panuozzo di Gragnano


| Gastronomia
  • Panuozzo di Gragnano

    Panuozzo di Gragnano

  • Panuozzo di Gragnano
Il Panuozzo di Gragnano: protagonista gastronomico della città della pasta
Panuozzo e Gragnano sono concetti indissolubilmente legati, un binomio come Napoli e pizza. Il Panuozzo di Gragnano è un maxi panino, di forma allungata, ed imbottito con i più tipici e gustosi contorni della cucina campana. Un appuntamento con il gusto dunque, ma occhio che uno basta per due persone! Generalmente, infatti, il panuozzo misura una trentina di centimetri e spesso viene diviso tra due persone. Con cosa viene farcito? Dalle tradizionali salsicce e friarielli, alla provola, peperoni, melanzane, qualcuno addirittura offre la variante con Parmigiana. Il panino viene poi infornato come una pizza e servito a tavola. A proposito: sulla qualità del pane utilizzato si è aperta una disputa. C'è chi preferisce il pane-pizza e chi invece il pane tradizionale. E quanto più il prodotto in questione scala le hit-parade gastronomiche, tanto più cresce il bisogno di riconoscerne una tradizione, una storia alle spalle: sebbene la maniera di farcire un panino di grandi proporzioni con i prodotti della terra gragnanese risalga al dopoguerra, è solo negli anni 80, anni di pub e drive-in sulla scorta dei modelli americani, che il Panuozzo viene riconosciuto come cibo o piatto tipico di Gragnano.

Dove mangiare il Panuozzo a Gragnano

Proprio qui esistono alcuni storici ristoranti e pizzerie specializzate nella preparazione del Panuozzo. Il più famoso è senz'altro Mascolo che ha aperto un franchising, in Italia e all'estero, intravedendo nel prodotto un'attrattiva per il grande pubblico, soprattutto quello giovane del sabato sera, che non disdegna affatto una "mangiata fra amici" per trascorrere la serata. Ma in zona sono innumerevoli i ristoranti per mangiare un ottimo panuozzo: bisogna solo sopportare un po' di fila, ma ne vale assolutamente la pena. Un'ottima alternativa alla pizza. PS: consigliamo una bella bottiglia di vino rosso di Gragnano per fare una full immersion nei piatti tipici di Gragnano

  • Oasi del Monte Accellica
  • Funivia del Faito - Esperienza ad alta quota
  • La strada più stretta di Napoli
  • L’Archivio storico del Banco di Napoli
  • Villa Jovis, a Capri la capitale di Tiberio
  • Oasi del Monte Accellica

    L'Oasi del Monte Accellica è una riserva naturale estesa per ben 600 ettari, situata nel comune di Giffoni Valle Piana nel salernitano.
  • Funivia del Faito - Esperienza ad alta quota

    La funivia del Faito è un impianto funiviario che collega la città di Castellammare di Stabia con il monte Faito, da cui prende il nome.
    Essa entra in funzione prevalentemente nel periodo estivo, per evitare incidenti dovuti a pessime condizioni meteorologiche, che provocherebbero un’eccessiva instabilità alla struttura.
  • La strada più stretta di Napoli

    Una passeggiata "minimalista" nel fitto groviglio dei vicoli del centro. Probabilmente è questa la strada più stretta di Napoli.
  • L’Archivio storico del Banco di Napoli

    L’Archivio Storico del Il Banco di Napoli raccoglie documenti bancari che vanno dalla metà del 1500 ad oggi.
  • Villa Jovis, a Capri la capitale di Tiberio

    Villa Jovis è stata la dimora dell'imperatore Tiberio, nonché il palazzo da cui Tiberio governò l’intero mondo civilizzato durante i suoi 11 anni di governo.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.