Università Parthenope, università del mare


| Arte e Cultura
  • università parthenope

    università parthenope

  • università parthenope
L'istituto universitario di Napoli per il mare e il commercio marittimo 
Alla Parthenope si studiano il mare e tutte le attività economiche e commerciali ad esso connesse. Le sedi dell'istituto si trovano in particolari luoghi ed edifici dei Napoli, come l'elegante Villa Doria D'Angri 

Università Parthenope - Villa Doria D'Angri

L’origine dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope" risale al 1919, quando il Vice Ammiraglio Leonardi Cattolica pose le fondamenta del Regio Istituto di Incoraggiamento di Napoli: un centro di studio sul mare "in quanto è, in quanto produce ed in quanto mezzo di scambio". L'istituto progenitore dell'Università Parthenope doveva quindi preparare dei professionisti del mare, che fossero equipaggiati tanto della cultura scientifica, quanto di quella economica, relativamente alle attività e problematiche della dimensione economico-commerciale rappresentata dal mare" Durante il fascismo, nel periodo dell'entrata in guerra dell'Italia nel 1940, l’Istituto fu rinominato in "Istituto Universitario Navale", titolo che avrebbe mantenuto per il resto del secolo. Oggi la Parthenope è distribuita su Napoli in diverse sedi. La sede principale è quella in Via Ammiraglio Ferdinando Acton n. 38, a pochi passi dal tratto più famoso del lungomare di Napoli. Ma la più affascinante di queste è senz'altro la monumentale Villa Doria d'Angri, risalente a fine 800 e realizzata per il Principe Marcantonio Doria: una sontuosa villa tra Via Petrarca e Via Posillipo su più di 18.000 mq dove si mantiene vivo lo splendore delle rifiniture artistiche e dei pezzi d'artigianato, nonostante il tempo. Si tratta di una recente acquisizione dell'Ateneo della Parthenope, ottenuta grazie al Ministero dell'Università.



Parthenope, il mito della Sirena fra Napoli e Varsavia



  • PAN - Palazzo delle Arti di Napoli
  • Piazza del Plebiscito
  • Caserma Pastrengo, ex Convento di Monteoliveto
  • Monastero dei Santi Severino e Sossio
  • Castello Aragonese di Baia
  • PAN - Palazzo delle Arti di Napoli

    Il Pan ha sede nel settecentesco Palazzo Roccella in via dei Mille, nel quartiere Chiaia a Napoli.
  • Piazza del Plebiscito

    Al tempo dei re chiamata Largo di Palazzo o Foro Regio, Piazza Plebiscito è tra le più belle e famose di Napoli
  • Caserma Pastrengo, ex Convento di Monteoliveto

    Il maestoso Convento di Monteoliveto, in seguito alla Repubblica Partenopea, venne chiuso e destinato ad ospitare pubblici uffici. Era il 1860 quando la Caserma Pastrengo si insediò nel complesso conventuale cinquecentesco, che si apre su piazzetta Monteoliveto, nel cuore della città di Napoli.
  • Monastero dei Santi Severino e Sossio

    Sul lato orientale della Chiesa dei Santi Severino e Sossio vi è il Monastero, tra i più grandi della città di Napoli. Oltre l’originaria chiesa inferiore, è possibile ammirare tre chiostri monumentali, composti da circa 300 sale, ospitanti una istituzione importantissima: l'Archivio di Stato di Napoli.
  • Castello Aragonese di Baia

    Fu infatti edificato dagli Aragonesi per difendere la costa flegrea dalle incursioni saracene. Ma il castello di Baia fu anche luogo di incontri politici e mondani.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.