Restyling Centro storico di Napoli


| Notizie
L'opera di restyling comprende più di 35 strade del Centro storico di Napoli (Patrimonio dell’Unesco) e prevede il rifacimento dei sottoservizi per acqua potabile, energia elettrica, gas, fognature.

Inoltre è prevista la realizzazione di un sistema di videosorveglianza con telecamere a circuito chiuso, il rifacimento della segnaletica stradale, e dei percorsi pedonali e ciclabili, compreso tutto l’arredo urbano probabilmente utilizzando i 25.000 basoli tolti da via Marina.
Questi lavori sono possibili grazie al Progetto Unesco, approvato nel 2013, che vede il Comune di Napoli come ente beneficiario dei finanziamenti emessi dalla Regione Campania. Per realizzare al meglio questo progetto, il Comune di Napoli si avvarrà della consulenza scientifica dei dipartimenti della Scuola Politecnica di base dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Tra le strade interessate ci sono nodi strategici per il flusso turistico: Tribunali, San Biagio dei Librai, largo Donnaregina, piazza San Gaetano, piazza Miraglia, piazza del Carmine, via Anticaglia, via San Pietro a Majella, ma anche Port’Alba, via San Sebastiano, via Santa Chiara, via San Gregorio Armeno, via Carbonara fino alla la zona di Porta Capuana ed anche parte di Forcella.
Visto il grande numero di interventi, da realizzare su una superficie molto estesa, il bando è stato vinto da tre diverse imprese che dovranno coordinarsi, stilando anche dei cronoprogrammi ben definiti, così da cambiare in maniera progressiva il volto di Napoli, evitando di provocare disagi alla viabilità e ai pedoni che popolano le strade del Centro storico.
  • Rimuovi pubblicità
  • Newsletter
  • Diventa socio
  • Carica il tuo evento
  • Rimuovi la pubblicità
    Accedi al sito con le tue credenziali per navigare senza!
  • Iscriviti alla newsletter
    per essere aggiornato sugli eventi in base ai tuoi interessi. Iscriviti
  • Diventa socio!
    I nostri soci accedono agli eventi a prezzi riservati.
    Scopri i vantaggi dei soci!
  • Il tuo evento qui
    Vuoi sapere come vendere i tuoi eventi sul nostro portale? Contattaci
  • Edenlandia - Il parco divertimenti di Napoli
  • La chiesa del Nilo, il Donatello che non ti aspetti
  • Le Terme di Agnano
  • Fontana della Spina Corona (fontana delle zizze)
  • Cosa si nasconde sotto via Cisterna dell’olio?
  • Edenlandia - Il parco divertimenti di Napoli

    Edenlandia nacque nel 1965 da un’idea di Oreste Rossotto e Luca Grezio con l’appoggio dell’imprenditore Luigi Falchero; essi volevano creare il primo parco tematizzato a livello europeo. Il modello strutturale è ispirato a Disneyland, sorto in California 10 anni prima.
    Infatti, la scritta "Edenlandia" in stile gotico e il castello come simbolo del parco, ritraggono perfettamente l’idea americana.
  • La chiesa del Nilo, il Donatello che non ti aspetti

    La chiesa di Sant’Angelo a Nilo si trova Piazzetta Nilo, quella porzione di strada che si allarga all’incrocio di due delle più popolose vie napoletane, via Mezzocannone e la cosiddetta Spaccanapoli. Pochi si aspettano all'interno un'opera di Donatello.
  • Le Terme di Agnano

    Le Terme di Agnano si trovano tra Napoli e la zona flegrea e rappresentano il riferimento partenopeo per il benessere ed il relax
  • Fontana della Spina Corona (fontana delle zizze)

    La fontana della Spina Corona, conosciuta come “fontana delle Zizze”, è posta lungo il Corso Umberto, nei pressi dell'Università Federico II; essa è addossata alle mura della Chiesa di Santa Caterina di Spina Corona, da cui trae il nome.
  • Cosa si nasconde sotto via Cisterna dell’olio?

    Il nome dà una vaga idea dell’origine di questa strada del centro, ma solo in pochi conoscono la sua derivazione.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.