Museo Totò - In ricordo del principe della risata


| Notizie
  • Palazzo dello Spagnolo

    Palazzo dello Spagnolo

  • Totò

Il Museo Totò è prossimo all' apertura?

La Regione ha dato piena disponibilità ad allungare il periodo del comodato (in scadenza nel 2025), ma è assurdo che non sia ancora stato realizzato questo museo tanto atteso dai fan in tutta Italia!
In tantissimi affollerebbero le strade della Sanità, dando anche un'occasione di riscatto al quartiere, dove nacque oltre cento anni fa Totò.
Negli ultimi tempi tutto era rimasto in sospeso, perché bisognava installare un ascensore che permettesse di raggiungere il secondo e il terzo piano del Palazzo dello Spagnolo, dove dovrebbe essere allestito il Museo Totò e ora dovrebbe essere stato finalmente raggiunto un accordo con tutti i condomini.
Situato in via delle Vergini, questo edificio è composto da due palazzi uniti da una scala centrale, divenuta un vero punto di riferimento per discussioni e incontri.

Lo stile della scala, usato in molti altri palazzi napoletani, è barocco con decorazioni in rococò.
A causa però dei numerosi costosi restauri, alcuni mal eseguiti, si sono succeduti diversi proprietari, tra i quali Tommaso Atienza soprannominato lo spagnolo, dal quale appunto prende il nome.

Se aprisse il Museo Totò, diventerebbe un polo di attrazione turistica e si potrebbe finalmente celebrare il principe della risata.
C'è la speranza che, nel corso del 2017, a ridosso del 50° anniversario della morte, possa essere finalmente aperto il Museo di Totò; nel frattempo, la Sanità festeggerà il principe de Curtis per molti giorni. Lo stesso Comune di Napoli ha dedicato all'artista l'edizione 2017 del Maggio dei Monumenti, dal titolo “O maggio a Toto”, un significativo gioco di parole.

  • Insolito tour fotografico a Napoli
  • Il primo palazzo Liberty di Napoli
  • Real Bosco di Capodimonte
  • A caccia di stelle all'Osservatorio astronomico di Capodimonte
  • Palazzo Cellamare
  • Insolito tour fotografico a Napoli

    Un fantastico tour fotografico per le strade di Napoli che lascia davvero senza parole: colori, sapori e volti di una città capace di farsi amare sempre e nonostante tutto
  • Il primo palazzo Liberty di Napoli

    Una passeggiata a Napoli nel borgo di Chiaia alla scoperta del primo palazzo in stile liberty della città, tra decorazioni e architetture della Belle Epoque napoletana, quando le acque della senna "sfociavano" nel mare di Partenope.
  • Real Bosco di Capodimonte

    Insieme alla Villa San Michele di Capri si è piazzato al primo posto fra i parchi più belli d'Italia nel concorso "Il Parco più bello d'Italia".
    Il bosco era nato come riserva reale di caccia voluta da Carlo III di Borbone nel 1734, e circonda l'omonima reggia, oggi sede di un ricco museo nazionale visitato da numerosi turisti per le collezioni di porcellane reali appartenute nei secoli alla dinastia che ha dominato il regno di Napoli.
  • A caccia di stelle all'Osservatorio astronomico di Capodimonte

    L'Osservatorio Astronomico di Capodimonte è una struttura che, lungo l'anno solare, attira numerosi curiosi e turisti, soprattutto nelle notti estive partenopee, quando basta una stella a dar vita a un evento.
  • Palazzo Cellamare

    Il palazzo Cellamare, noto anche come palazzo Francavilla, è un antico e maestoso palazzo nobiliare, ubicato nel quartiere San Ferdinando a Napoli. La fondazione del palazzo risale al XVI secolo, costruito per la volontà dell'abate di Sant'Angelo di Atella Giovanni Francesco Carafa.

Iscriviti alla newsletter

Collaboriamo


eventinapoli
© eventinapoli | P.IVA 06949041211 | All rights reserved | Powered by raidnet.