Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Festa dell'Immacolata a Napoli

La festa dell'Immacolata cade l'8 dicembre e coinvolge tutta la città
Folle previste per la giornata dell'8 dicembre, festa dell'Immacolata che a Napoli si celebra in piazza del Gesù all'altezza dell'obelisco dell'Immacolata
La festa dell'Immacolata è particolarmente sentita dai napoletani che l'8 dicembre si raccolgono in piazza del Gesù davanti all'obelisco dell'Immacolata. Le celebrazioni della ricorrenza religiosa vedono tradizionalmente la partecipazione delle alte cariche cittadine: il Sindaco di Napoli insieme all'Arcivescovo della città.

L'obelisco dell'Immacolata



Noto anche come "guglia dell'Immacolata" è un obelisco barocco, l'ultimo in senso cronologico dei tre obelischi di Napoli: fu infatti eretto nel Settecento, successivamente a quelli di San Gennaro e San Domenico. La guglia fu richiesta dal padre gesuita Francesco Pepe su progetto di Giuseppe Genoino e finanziato grazie ad una colletta pubblica. Al suo posto, precedentemente, era collocata una scultura equestre dedicata a Filippo V, e realizzata per onorare la visita a Napoli del re spagnolo. In occasione della festa dell'Immacolata, ogni 8 dicembre, i vigili del fuoco si elevano fino a trenta metri dal suolo per offrire alla vergine e all'Immacolata Concezione, una corona di fiori. Le decorazioni marmoree dell'obelisco lo rendono uno dei più grandi esempi di scultura barocca a Napoli.




La morte a piazza del Gesù


I misteri del bugnato del Gesù Nuovo