Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Il deserto dei tartari al Teatro Mercadante

a partire da 9.223.372.036.854.775.808,00 EUR
17 Aprile 2018 21:00 – 22 Aprile 2018 23:00
Sede: Teatro Mercadante, Piazza Municipio, 1, Napoli
Categoria: Spettacoli
DesertodeiTartariM
Il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati verrà diretto dal regista Paolo Valerio e andrà in scena al Teatro Mercadante di Napoli.

Questo romanzo segnò la vera consacrazione di Buzzati tra i grandi scrittori del Novecento italiano, facendo emergere il suo immaginario onirico di paesaggi e personaggi, ma soprattutto il tema portante era la fuga del tempo,ossia dalla monotona routine redazionale notturna da lui condotta.

Protagonista dello spettacolo è Giovanni Drogo, un giovane e speranzoso tenente mandato in servizio presso la “Fortezza Bastiani”, luogo relegato in cima ad un’altissima montagna e che da subito appare come sospesa tra sogno e veglia. Il pacato e monotono stile di vita, la disciplina militare, gli orari dell’esistenza comunitaria e la convinzione o illusione che di lì a poco il nemico arriverà, si trasformeranno in una vera e propria ossessione metafisica!