Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Itinerario Art Nouveau a Napoli - Zona Vomero

Palazzina Russo Ermolli
Percorso da via Sanfelice a via Solimena
Questo itinerario vi accompagnerà, percorrendo varie tappe, alla scoperta di ville e palazzi storici che hanno contraddistinto architettonicamente il periodo liberty napoletano, in linea con la corrente floreale sviluppatasi nella prima metà del XX secolo, in modo particolare in tre zone: Vomero, Posillipo e Chiaia.

Percorreremo insieme alcune zone appartenenti al quartiere Vomero, iniziando da Villa la Santarella, situata in via Luigia Sanfelice, all’angolo con via Palizzi. Secondo Scarpetta sembrava un “comò sottosopra”; egli fece derivare il nome della villa dalla sua commedia “Na Santarella” e pensate che grazie ai proventi dello spettacolo venne costruita questa palazzina in perfetto stile liberty.

Proseguendo su via Palizzi troviamo Villa Ascarelli, una delle prime strutture realizzate con il calcestruzzo armato; il corpo è irregolare ed è colorato con un giallo tenue, ha ben poche decorazioni in stile liberty, presenti solo lungo le finestre e le scale.

Proprio di fronte a questa villa si trova la Palazzina Russo Ermolli, un edificio molto signorile che si sviluppa su sei piani ed è collegato alla strada tramite un ponticello. Al colore giallo originale è stato sostituito il grigio/azzurro alternato ai toni candidi del bianco; sul terrazzo spicca uno pseudocornicione con sopra scolpito un toro.

Sempre in via Palizzi c’è la Villa de Cristoforo, un altro esempio di architettura in stile liberty, che presenta un impianto dalla forma ad “L” , che scende a picco sul lato panoramico. L’edificio si sviluppa su tre livelli, compresa una bellissima terrazza chiusa da una balaustra in ferro battuto.

Proseguendo su via Cimarosa, nei pressi della Floridiana, troviamo Villa Catello-Piccoli o Villa Frenna-Scognamiglio, che rappresenta un tardo esempio di liberty napoletano. L'esterno potrebbe somigliare ad un piccolo fortilizio, contraddistinto dal basamento in bugnato rustico e dalla facciata laterale con gli sbalzi del bugnato.

Infine, su via Solimena scorgiamo Casa Marotta, che presenta delle decorazioni essenziali sui toni del giallo ocra, messe in risalto dallo sfondo completamente bianco. La palazzina si erge su una base stuccata, sulla quale si sviluppano il piano rialzato e due piani superiori, con ampie balconate.

Ecco giunti al termine di questo breve tour dedicato all’Art Nouveau napoletana, che ci ha permesso di scoprire palazzi e ville storiche della città, che vale davvero la pena visitare.

Tags: Architettura