Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Il Maschio Angioino

maschio angioino
Il Castel Nuovo è la fortezza medievale che si erge a piazza Municipio
Il Maschio Angioino non fu il primo castello edificato a Napoli poiché preceduto da Castel Capuano e dal celebre Castel dell'Ovo. Per questo chiamato Castel Nuovo, oggi il Maschio Angioino rappresenta una delle più frequenti cartoline della città di Napoli.
Protagonista sia in epoca medievale che rinascimentale, all'interno del Maschio Angioino ha sede la Società napoletana di Storia Patria e la sezione partenopea dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano. E dentro e fuori alle mura, di Storia ne è passata tanta: il castello ha ospitato Angioini, Aragonesi, il Vicereame spagnolo ed infine i Borbone, penultima dinastia reale di passaggio a Napoli.

Recentemente il Maschio Angioino ha visto i suoi spazi interni ed esterni adibiti a location per eventi di carattere culturale: concerti, rassegne musicali e spettacoli hanno avuto luogo tanto nel cortile quanto sugli spalti esterni, poi rimossi. Ma sono le attrazioni artistiche dell'edificio ad attirare il flusso turistico: l'ingresso è caratterizzato da un magniloquente arco di trionfo sistemato tra le due torri, sull'esempio di quelli romani; la cappella palatina, il rosone e la famosa Sala dei Baroni. Quest'ultima era la Sala del Trono ed ha ricevuto il nomignolo a causa di un fatto storico: verso la fine del 400 il re Ferrante D'Aragona subì la congiura da parte dei suoi baroni, che furono immediatamente attirati con un tranello in questa sala, dove vennero arrestati e condannati a morte. 

Oggi il Maschio Angioino è servito dalla stazione Municipio della metropolitana di Napoli. Nelle sue immediate vicinanze si trovano: il teatro San Carlo, il Palazzo Reale con la Biblioteca Nazionale annessa, la Galleria Umberto I, Piazza del Plebiscito e la Chiesa di San Francesco. 

Tags: Architettura, Arte e cultura