Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Chiesa di Santa Maria la Nova

Chiesa di Santa Maria la Nova
Un prezioso scrigno di arte, storia e religione
La Chiesa di Santa Maria la Nova è un vero tesoro racchiuso tra mura antichissime, erette in epoca angioina, intorno al 1279. Questa chiesa è situata nel cuore del centro storico di Napoli, nei pressi di Piazza Bovio.

Nella sua storia plurisecolare Santa Maria la Nova ha subito molteplici trasformazioni, con frequenti opere di restauro ed processi di musealizzazione, che hanno reso questo luogo più vicino ai visitatori di tutto il mondo. L’attuale facciata della chiesa è preceduta da una scalinata con balaustra marmorea; alla sommità, si trova il portale circondato da due maestose colonne di granito e sormontato da un’edicola con raffigurata l’immagine sacra della Vergine, risalente al ‘600.

La Chiesa di Santa Maria la Nova è stata ricostruita quasi interamente su progetto di Giovanni Cola di Franco e attualmente presenta un'unica navata con sette cappelle su ogni lato; tra le particolarità di maggior rilievo c’è il soffitto realizzato con legno dorato. Sotto la volta sono state applicate ben quarantasei tavole, dipinte da diversi artisti come Francesco Curia, Girolamo Imparato e Fabrizio Santafede. Caratteristica è anche la seconda cappella, posta sul lato sinistro, chiamata cappellone di San Giacomo della Marca; essa si divide in una navata centrale e tre cappelle laterali.

La grande cappella ospita le spoglie mortali di san Giacomo della Marca ed è decorata con lavori di artisti famosi, tra cui Luca Giordano, Massimo Stanzione e Giovanni Battista Benaschi. Insomma un vero capolavoro architettonico e artistico, che ha un valore inestimabile per la città di Napoli e per i turisti che la visitano ogni anno, rimanendone incantati.

Tags: Architettura, Arte e cultura