Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Renzo Arbore, il primo DJ italiano

renzo arbore
Appassionato di musica jazz e presentatore di successo
Con più di 50 anni di carriera, Renzo Arbore è il beniamino di almeno 4 generazioni di radio e telespettatori.
Clarinettista, speacker radiofonico, inventore dei programmi più amati della radio e della TV, Renzo Arbore si può considerare il primo dj italiano.

Esordisce appena diciottenne come clarinettista in un complesso jazz, genere musicale che da allora non smetterà mai di amare. Ma è negli anni ‘60 e dal fortunato incontro con Gianni Buoncompagni che riscuote i primi successi con trasmissioni che fanno epoca.

Come scordare “Bandiera Gialla” o “Alto Gradimento” con i loro personaggi e situazioni surreali che hanno divertito tanto. Nel 1974  Renzo Arbore arriva in TV e anche lì spopola con programmi che sono una vera rivoluzione per l’epoca.

Soprattutto “L’altra domenica” che crea per la prima volta un’alternativa alla “Domenica In” di Corrado sono i programmi più riusciti. Ma risalgono agli anni ‘80 i programmi più amati.

“Quelli della notte” e “Indietro Tutta” hanno tenuto svegli milioni di italiani e lanciato grandissimi volti della tv e cinema. Un altro grande merito di Renzo Arbore, infatti, è quello di aver scoperto nella sua carriera diversi talenti.

Roberto Benigni, Milly Carlucci, Nino Frassica, Marisa Laurito, sono solo alcuni dei tanti volti avvicendati al fianco del presentatore foggiano. Senza dimenticare importantissimi compagni di avventura: Luciano De Crescenzo, Michele Mirabella, Ilaria D’amico, Francesco Paolantoni e la cantante Pietra Montecorvino

Nel 1991 Renzo Arbore fonda l’Orchestra Italiana con la quale da allora gira il mondo per promuovere la canzone napoletana. Sceglie quindici fra i  migliori musicisti italiani e, ridonando dignità al mandolino, si esibisce anche in occasioni importanti come la Carnegie Hall.

La passione per il Jazz non lo ha mai abbandonato e nel 2002 fonda gli Swing Maniacs. Senza rinunciare a importanti occasioni con l’Orchestra Italiana, prende a girare in tournée assieme ai  i musicisti fra i migliori della scena jazzistica italiana.

Da più di venti anni Renzo Arbore è anche testimonial della Lega del Filo d’Oro, associazione che assiste persone sordomute. Il suo ultimo disco “Vintage ma non li dimostra” ha guadagnato il disco d’oro. E alla soglia degli 80 anni, il nostro è ancora vivo e pieno di progetti per le prossime stagioni. Avanti tutta!

Tags: Arte e cultura