Concerti
  • Festival della tradizione a Praiano

    Festival della tradizione a Praiano

  • Musica ai templi di Paestum

    Musica ai templi di Paestum

  • Ben Harper in concerto all'Arena Flegrea

    Ben Harper in concerto all'Arena Flegrea

  • Francesco Gabbani in concerto all'Arenile di Bagnoli

    Francesco Gabbani in concerto all'Arenile di Bagnoli

  • Il barbiere di Siviglia all'Arena Flegrea

    Il barbiere di Siviglia all'Arena Flegrea

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali ai templi di Paestum

    Visite serali ai templi di Paestum

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

  • Visite serali agli scavi archeologici di Pompei

    Visite serali agli scavi archeologici di Pompei

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Marinella, cento anni di stile napoletano

Marinella
Marinella è ambasciatore dello stile napoletano nel mondo
Marinella significa “cravatte”. E significa cravatte di elevata fattura. Il negozio è membro dell’associazione “I Centenari” che raccoglie le attività economiche sul territorio attive da almeno 100 anni.
Ed è membro di diritto. Risale al 1914, infatti, la decisione di Eugenio Marinella di fondare la sua attività aprendo i battenti in Piazza Vittoria.
E’ approfittando della proménade dell’alta società napoletana, a due passi dal mare, che la piccola bottega comincia a fare i primi affari.

Ma è solo a seguito del viaggio di don Eugenio a Londra che il negozio diventa un piccolo angolo di eleganza inglese, a Napoli.
Il negozio diventa presto un punto di riferimento per tutti coloro che sono in cerca di raffinatezza e di gusto, un piccolo angolo di Inghilterra a Napoli.
Con grande lungimiranza, Marinella esige l’esclusiva dai suoi fornitori d’oltremanica imponendosi come unico rappresentante della ricercata moda all’inglese.

Non solo cravatte. All'inizio, però. l'attività principale della bottega non è la cravatta, bensì la camicia. Assecondando gli alti standard richiesti dalla clientela sempre alla moda, Marinella convince i migliori camiciai parigini a venire a Napoli per insegnare la propria arte sopraffina.
Le cravatte restano confezionate con la tecnica delle sette pieghe che dona al prodotto una consistenza senza pari.
In cento anni il mondo cambia volto. Le due guerre mondiali, la decadenza dell’antica nobiltà napoletana, l’avvento di nuovi gusti, rischiano di mettere in crisi l’attività. E’ allora che Eugenio decide di dedicare il grande know how dei suoi artigiani alla produzione quasi esclusiva delle cravatte di lusso.

Bisogna aspettare, però, gli anni Ottanta, quando il presidente della Repubblica, Francesco Cossiga, amico di famiglia, inaugura l'abitudine di portare in dono ai capi di stato, nelle loro visite ufficiali, una scatola contenente cinque cravatte Marinella. Il successo è immediato. Il marchio fa il giro del mondo e, complice anche il G7 organizzato a Napoli nel 1994, si afferma tra i fornitori dei grandi del mondo. Ancora oggi, quando a guidare l’azienda è la terza generazione Marinella, il marchio è sinonimo di alta eleganza nel mondo, dagli USA al Giappone. Il segreto del successo? La scrupolosa attenzione al dettaglio, l’elevato valore dell’handmade unito al gusto combinato di eleganza inglese e alta sartoria napoletana.