Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Maison Chantecler Capri: le campanelle

Campanelle Chantecler
Dal 1947 Chantecler Capri crea gioielli che raccontano storie!
Vi racconto un’antica leggenda legata all’isola di Capri: il protagonista è un povero pastorello, orfano di padre, che non possedeva alcun bene materiale al di fuori di una pecorella, che all’improvviso si smarrì. Il fanciullo corse a cercarla e da lontano sentì il tintinnio di una campanella, allora pensò che appartenesse all’animale perduto, invece era San Michele avvolto da un'aura dorata in sella ad un cavallo bianco.

Il Santo diede la campanella al pastorello e gli disse di seguire sempre il suo suono, affinché potesse salvarsi da ogni pericolo. Il bambino ritrovò dopo poco la pecorella e si diresse verso casa, portando in dono il prezioso pendente alla sua mamma; da allora la loro vita cambiò per sempre ed ogni desiderio terreno venne realizzato.

Dopo settant'anni le Campanelle sono rimaste le icone della Maison Chantecler, che le ha declinate in una straordinaria varietà di collezioni, varianti e materiali; quelli realizzati in oro giallooro bianco e oro rosa sono tra i più apprezzati. La prima campanella della fortuna fu offerta in dono, nel 1944,da Pietro Capuano (il signor Chantecler) all'allora presidente degli Stati Uniti, Franklin Delano Roosevelt; egli la fece suonare per celebrare la fine della seconda guerra mondiale, dunque come simbolo di pace ritrovata.

Un ottimo regalo per ogni occasione, visto che le campanelle sono simbolo di festa e il loro suono mette allegria e buon umore; si possono benissimo abbinare orecchini e pendente per collana, oppure anche anello e orecchini, a seconda dei propri gusti personali.
I gioielli Chantecler interpretano l’umore di ogni donna: possono indicare la semplicità e la sobrietà con i meno elaborati, ma anche lo sfarzo e l’eccentricità con quelli aventi pietre incastonate e colorati.
Per chi non ha avuto ancora il piacere di visitare questa Maison, consiglio vivamente di farci un salto al più presto e propiziarsi la buona sorte acquistando una campanella!