Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Melanzane sott'olio alla napoletana

Melanzane sott'olio
Melanzane sott'olio: contorno della tradizione partenopea!
Le melanzane sott’olio sono un must della cucina napoletana, pronte ad insaporire e accompagnare salsicce alla brace o panini farciti con i più svariati salumi. Vivaci e saporite le melanzane sott’olio sono un ottimo accompagnamento dei secondi piatti che, di solito, si consumano sulle nostre tavole.

In passato, con l’arrivo del mese di settembre, le casalinghe molto spesso aiutate anche dai mariti e da altri componenti della famiglia, si riunivano in casa per preparare tutte le provviste necessarie per l’inverno; oltre alle passate di pomodoro, ai pomodori secchi e ai carciofi sott’olio, preparavano anche le famose ed intramontabili melanzane sott’olio. Dunque, una serie infinita di quelli che ancora oggi a Napoli vengono chiamati i “buccaccielli”, popolava le dispense di ogni casa, pronti per essere consumati in qualsiasi occasione.

Per preparare delle ottime melanzane sott’olio, secondo la tradizione tramandata dalle nostre nonne, occorre innanzitutto tanta pazienza e passione per la buona cucina, poi va sottolineato che la ricetta così come il procedimento, potrà variare in base agli usi della famiglia in questione, ma sommariamente le linee guida da seguire sono sempre le stesse. Come prima cosa si devono sbucciare e tagliare le melanzane a forma di fiammifero, poi bisogna ricoprirle con sale grosso, così da far scaricare la parte più amara; il passo successivo, da eseguire dopo circa un’ora, consiste nell’ immergerle in acqua e aceto bollente.

Dopo diverse ore, le melanzane si potranno asciugare e disporre in vasetti di vetro o “buccaccielli”, a cui verranno aggiunti i seguenti ingredienti: aglio, origano e filetti di peperone rosso o giallo, bagnando tutto con l’olio che dovrà ricoprire il contenuto del barattolo fino a 2 cm dall’orlo. I barattoli potranno essere chiusi e messi in dispensa, pronti a qualsiasi evenienza, sia che si tratti di un pranzo in famiglia o dell’arrivo di ospiti inattesi. Questo contorno, se preparato secondo la ricetta tradizionale, vi farà sicuramente leccare i baffi!