Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

I panzarotti napoletani

panzarotti napoletani
I panzarotti napoletani: golosità da strada 
Il cibo di strada di Napoli. Streetfood è un po' anonimo, sebbene l'abbiamo già usato in passato a proposito delle frittatine.
Ma i panzarotti napoletani sono sacri e dunque salutiamo l'esterofilia.
In tanti dibattono su quale sia l'autentica preparazione dei panzarotti napoletani.
C'è per esempio chi con decisione afferma che la ricetta originale non preveda uova e impanatura.
Altrove magari si sostiene il contrario. La verità dov'è?
La cosa migliore è scendere di casa e recarsi a una delle centinaia di migliaia di friggitorie sparse per Napoli.
Se invece ci tieni a prepararli a casa, continua a leggere: ecco la ricetta dei panzarotti napoletani. Attenzione: sembrano facili da fare, ma anche qui ci vuole una mano allenata altrimenti ti ritrovi a mangiare un potage fritto. Allontaniamo questa terribile immagine e vediamo come si preparano i panzarotti napoletani.

Ingredienti  (per circa 30 Panzarotti) 
  • 1 kg di patate a pasta gialla
  • 25g di pecorino grattuggiato
  • 25g di parmigiano grattuggiato
  • 10g di sale pepe e prezzemolo
Ricetta per i Panzerotti napoletani
  • Mettere le patate a pasta gialla, magari un pò vecchie e NON pelate, in una pentola di dimensioni medio-grandi e versare acqua fredda (le patate a pasta gialla o semplicemente vecchie, sono basilari per la frittura senza impanatura, altrimenti impanarle per evitare che il contatto con l'olio le distrugga);
  • far bollire per circa un paio di ore: le patate saranno pronte solo quando si saranno ammorbidite fino a tagliarle senza incontrare resistenze;
  • spegnere il fuoco e schiacciare le patate;
  • far raffreddare per poi aggiungere parmigiano, sale, pepe e prezzemolo tritato;
  • mischiare l'impasto e assaggiamo per controllare sale o pepe;
  • ungersi bene le mani;
  • prelevare un po' d'impasto e dare forma ai panzarotti (piccoli e allungati);
  • sistemare i panzarotti su un panno di cotone e farli riposare (non li coprire, devono prendere aria) per sei ore. Durante il riposo si forma una pellicola che risulterà fondamentale per la frittura senza panatura;
  • friggere in olio extravergine oppure olio di semi di arachide, 180°

Attenzione: non friggere troppi panzarotti insieme per evitare il calo di temperatura.