Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Dolcetti napoletani Via col vento

Via col vento
Tarallini leggeri e veloci da preparare
I "Via col vento" sono deliziosi dolcetti di pasta choux a forma di tarallino, arricchiti all'interno con crema pasticcera e ricoperti esternamente con zucchero a velo più un sottile strato di granella di zucchero.

I via col vento devono il loro nome alla leggerezza del loro impasto e, secondo molti, anche alle velocità con cui spariscono una volta portati in tavola, questi dolci sono famosissimi qui a Napoli e diverse pasticcerie ne rivendicano la paternità, ma in realtà dovrebbero essere stati inventati e brevettati, nel 1989, dalla nota pasticceria Colmayer.

Molto simili alle classiche zeppole di San Giuseppe, i Via col vento sono cotti al forno ed hanno sempre una farcitura abbondante di crema pasticcera nel loro impasto; oltre alla versione classica dei via col vento, si possono anche realizzare delle varianti più originali e gustose, ad esempio utilizzando crema pasticcera e fragoline di bosco per la decorazione, oppure bagnando le estremità dei tarallini nella nutella.

In ogni caso, il segreto sta nel consumarli subito, non appena sono stati sfornati, in modo che conservino una consistenza soffice e delicata, che gli conferisce quella leggerezza tipica, da cui deriva il suo nome.

Voi quale versione dei Via col vento preferite?