Concerti
  • Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

    Cristiano De Andrè in concerto al Teatro Augusteo

  • Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

    Metastasio per celebrare Carlo III di Borbone

  • Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

    Fabri Fibra in concerto al Palapartenope

  • Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

    Eduardo De Crescenzo in concerto al Teatro Cilea

  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

Visite guidate
  • Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

    Visite serali agli appartamenti storici della Reggia di Caserta

  • Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

    Visite serali agli scavi archeologici di Ercolano

Mostre
  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

    Mostra fotografica su Sophia Loren a Sorrento

  • Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

    Mostra Klimt alla Reggia di Caserta

  • Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

    Amori Divini al Museo Archeologico di Napoli

Coniglio all'ischitana

Coniglio all'ischitana
Deliziosa carne di coniglio cotta in tegame con pomodoro fresco
Il Coniglio all'Ischitana è la vera specialità dell’isola del Golfo di Napoli, considerato da tutti un piatto storico e leggendario.

Sono varie le testimonianze di coloro che hanno avuto la fortuna di mangiare questa prelibatezza sull'isola verde. Secondo la tradizione, il coniglio all'ischitana risale a circa 2500 anni fa, quando i Siracusani arrivarono sull'isola di Ischia con il loro ambizioso progetto di dominare il Mediterraneo.
All'epoca Ischia aveva una grande abbondanza di questi animali selvatici, che ben presto divennero la materia prima con la quale sfamare i nuovi coloni siculi.

Il coniglio è ancora oggi la specialità gastronomica locale e la domenica è presente sulle tavole di molte famiglie. E' stato da sempre uno dei piatti d.o.c. della tradizione ischitana; il vero segreto sta nell'utilizzo di due arnesi indispensabili: tegame di terracotta e cucina a legna, utensili ancora presenti in qualche casa, soprattutto in zone di campagna.
Il sugo del coniglio all'ischitana, il cui profumo inconfondibile si propaga nell'aria, è l'ideale per condire la pasta, secondo tradizione si consiglia di usare i bucatini; il primo piatto va poi completato con una manciata di prezzemolo o basilico e con abbondante parmigiano grattugiato.

Buon appetito!