Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Oasi del Parco Naturale Diecimare

Parco naturale Diecimare
Un orto botanico tra sentieri e aree protette
Il Parco Diecimare rappresenta un vero orto botanico naturale, che si estende per circa 450 ettari, fra tre comuni della provincia di Salerno: Cava de' Tirreni, Mercato San Severino e Baronissi.

Un'oasi naturale incontaminata, con specie protette e molto rare. Basti pensare alla vegetazione molto varia, che passa dalla gariga mediterranea alla faggeta mista. altrettanto importanti sono le specie faunistiche in via d'estinzione, come il barbagianni e il cervone, un lungo serpente colorato e innocuo. Tra i mille sentieri, presenti all'interno del Parco di Diecimare, è possibile scoprire il giardino di orchidee o il bosco del castagneto; oltre alla possibilità di incontrare teneri caprioli e melodiosi uccellini, ma anche splendide farfalle, come il macaone (simbolo del parco). Sicuramente la stagione ideale per le visite è la primavera, quando gli alberi fioriscono e molte specie animali popolano i fitti sentieri di quest'oasi incontaminata.

I prati del parco di Diecimare con le fioriture della celeste anemone appennina e delle variopinte leguminose trasformano il sottobosco in un tappeto dalla trama molto particolare.
Il Parco si divide in due aree da un punto di vista geologico: Monte Caruso di età giurassica e Forcella della Cava-Poggio di Cuculo di età triassica con calcari dolomitici. La piana di Diecimare è costituita da materiale detritico proveniente dai Campi Flegrei e risalente a circa 36 milioni di anni fa.

Davvero un parco ricco di storia, che vale la pena visitare: si consiglia di portare una borraccia d'acqua, un binocolo e una macchina fotografica...ovviamente è preferibile indossare un abbigliamento sportivo e scarpe comode!

Tags: Natura, parchi e trekking