Concerti
  • Caparezza in concerto al Palapartenope

    Caparezza in concerto al Palapartenope

  • Biagio Antonacci in concerto al Palasele

    Biagio Antonacci in concerto al Palasele

  • Soy Luna in concerto al Palapartenope

    Soy Luna in concerto al Palapartenope

  • Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

    Sal Da Vinci in concerto al Teatro Cilea

Visite guidate
Mostre
  • Mostra Pompei e i Greci

    Mostra Pompei e i Greci

  • Personale di Casciello a Pompei

    Personale di Casciello a Pompei

  • L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

    L'esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina

  • Silvia Papas

    Silvia Papas

  • Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

    Mostra sui Longobardi al Museo Archeologico Nazionale

Dove mangiare a Napoli

Mangiare a Napoli
Mangiare a Napoli: i migliori ristoranti in città
Sono tantissimi i ristoranti dove poter gustare i sapori della cucina tradizionale napoletana. Facciamo un tour tra alcuni dei migliori e più rinomati.
Dare spazio a tutti i migliori ristoranti di Napoli è un'impresa titanica. Ci limitiamo quindi a mettere in evidenza alcuni di questi. Non ce ne vogliano gli esclusi. Il quartiere collinare del Vomero è famoso per l'invasiva proposta di pub e paninoteche. Ma se vuoi fare a meno di hamburger di chianina e patatine, ti suggeriamo alcune solide realtà della ristorazione in collina: "Gorizia" (Via Gianlorenzo Bernini 29-31), "La Caprese" (Via Luca Giordano 25), "Angolo del Paradiso" (Via Michele Kerbaker 152), "Acunzo" (Via Cimarosa, 60-62), "La Cantina di Sica" (Via Gian Lorenzo Bernini, 17).
In centro storico, oltre alle famose pizzerie dei decumani, da "Sorbillo" a "Di Matteo", ci sono trattorie come "La Campagnola" (su via Tribunali e a Piazzetta Nilo), la strafamosa "Nennella" (Quartieri spagnoli) e tante altre trattorie tipiche, come "Da Corrado" a via Foria (orto Botanico), per un'impareggiabile zuppa di cozze. Oppure ristoranti dall'atmosfera più raccolta come "La stanza del gusto" (Piazza Bellini) e il vegetariano-vegano "Sorriso Integrale" (Vico S. Pietro a Maiella, 6). Le proposte culinarie da queste parti incontrano senz'altro la domanda della giovane clientela che frequenta il centro, soprattutto nel weekend: le pizzerie vanno per la maggiore. Ai cultori del baccalà cucinato in ogni modo, suggeriamo "La baccaleria", che si trova in via Sedile di Porto (zona metro Università). Poco più giù, in via Marchese Campodisola (Piazza Bovio), suggeriamo invece L'Europeo - Mattozzi.
Se sei in cerca del classico ristorante ti consigliamo di fare qualche passo a piedi (o coi mezzi pubblici) per raggiungere la zona di Chiaia e del lungomare. "Mattozzi" a via Dei Mille è una garanzia, così come lo è la cucina de "I primi", a Mergellina alle spalle degli chalet, solo su prenotazione e da provare almeno una volta. Una caratteristica osteria è "La Mattonella" a Via Nicotera, sopra Piazza del Plebiscito. Non distante, in Santa Lucia, si trovano il "Ristorantino dell'Avvocato" e "Da Ettore". Il lungomare è praticamente un lungo-ristorante: si tratta per lo più di pizzerie, molto ricercate dai turisti, a loro volta ricercati da queste. I prezzi seguono turistici listini, a voi la scelta. Certo, quanto sei disposto/a a cacciare per una pizza o uno spaghetto alle vongole, sotto al sole e di fronte al mare? In effetti, se ti va di spendere, fallo a "La Bersagliera" o da "Zi Teresa", due dei più famosi ristoranti di Napoli, al Borgo Marinari, dove se cerchi bene, qualcos'altro lo trovi: fatevi un pranzetto "da Patrizia" e fateci sapere. Alla fine del lungomare, all'inizio di via Posillipo, si trova invece l'innovativo "Il miracolo dei pesci" dove mangiare a base di pesce in un mix di culture culinarie (il pesce marinato è ottimo!).