Concerti

Mostre

  • Leonardo a Donnaregina - I Salvator Mundi per Napoli

    Leonardo a Donnaregina - I Salvator Mundi per Napoli

    Dettagli

  • Helmut Newton - Mostra fotografica al PAN di Napoli

    Helmut Newton - Mostra fotografica al PAN di Napoli

    Dettagli

  • Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dinosauri in carne e ossa in mostra a Napoli

    Dettagli

  • Fiabe di Primavera all'Orto Botanico

    Fiabe di Primavera all'Orto Botanico

    Dettagli

  • Castello fondente - Festa del cioccolato a Limatola

    Castello fondente - Festa del cioccolato a Limatola

    Dettagli

Arte e Cultura

Giambattista Vico a Napoli

Giambattista Vico

Il filosofo partenopeo appassionato di diritto canonico

Giambattista Vico nacque a Napoli nel 1668 e fu un filosofo, storico e giurista italiano. Ammesso agli studi di grammatica presso il Collegio Massimo dei Gesuiti di Napoli, abbandonò la scuola intorno al 1680, per poi ritornarvi ottenendo scarsi risultati.

Masaniello, rivoluzionario napoletano

Masaniello di Micco Spadaro

Da pescivendolo a capopolo della rivolta partenopea

Tommaso Aniello d’Amalfi, conosciuto come Masaniello, trascorse tutta la sua vita Napoli, dove svolse l’umile mestiere di pescivendolo, ma soprattutto viene ricordato per essere stato il protagonista assoluto della rivolta partenopea scoppiata nel 1647.

Gioacchino Rossini, vita e opere napoletane

Gioacchino Rossini

Rossini, compositore e operista di successo

Gioacchino Rossini è stato uno dei più importanti compositori italiani, lavorando su vari generi musicali. Tuttavia, egli viene ricordato principalmente per essere stato un grande operista, autore di capolavori famosissimi, tra cui: Il barbiere di Siviglia, L'italiana in Algeri, La gazza ladra, La Cenerentola, Semiramide e Guglielmo Tell.

Richard Wagner, i soggiorni a Napoli

Richard Wagner

Vita e opere di Wagner nel capoluogo partenopeo

Wilhelm Richard Wagner, nato a Lipsia nel 1813, fu un compositore, poeta, saggista, direttore d’orchestra e regista teatrale tedesco. Egli ebbe con Napoli un rapporto d’amore, seppure segnato da alcune fasi negative, dovute al difficile contatto iniziale con la cultura partenopea.