• Arrivano i Longobardi
  • Il Museo della Follia
  • L'esercito di terracotta a Napoli

    Agata, la sala riapre dopo 16 anni

    Bentornata Agata, la sala rimasta chiusa a lungo, finalmente riapre i battenti mostrandosi in tutto il suo splendore, tra dipinti, arredi e oggetti del Museo Filangieri. 
    Il Natale a Napoli non si respira solo nelle strade dei presepi. Un dono per la cittadinanza: Agata! La sala del museo Filangieri riapre dopo il buio di sedici anni. A tre anni dall'apertura della sala Carlo Filangieri.

    Bentornata Agata

    La restituzione della sala è stata realizzata dalla Direzione del Museo, grazie ai fondi regionali, con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale, l'Istituto Superiore per il Restauro e con l'Associazione Salviamo il Museo Filangieri ONLUS. Le parole del direttore del museo, Gianpaolo Leonetti, hanno messo in evidenza le difficoltà legate alla genesi della rimessa in funzione del palazzo e delle sue sale, che oggi si mostrano orgogliose alla cittadinanza che vi fa ritorno dopo un lungo periodo. Presente alla cerimonia d'inaugurazione anche il Presidente della Regione Campania De Luca, che ha speso importanti parole sul patrimonio artistico di Napoli, sottolineando le potenzialità di un "suolo" come quello partenopeo, estremamente ricco di proposte artistiche e culturali sulle quali innestare percorsi progettuali di crescita, stabilendo una volta per tutte la vera industria del turismo nel capoluogo partenopeo. "Io me le sono dovute inventare le proposte e le attrazioni artistiche a Salerno, chiamando in causa l'arte contemporanea e sperimentale. Ma qui a Napoli non ce ne è bisogno, è già tutto pronto" - commenta il governatore della Campania nel suo intervento. Le parole di De Luca trovano immediato riscontro nelle osservazioni di Leonetti che porta l'attenzione su via Duomo, la strada dei musei. Ben otto in zona: Museo Filangieri, San Severo al Pendino, Piazza Forcella, Pio Monte della Misericordia, Museo del Tesoro di San Gennaro, Monumento dei Girolamini, Museo Diocesano e infine il Madre.

































    Il museo archeologico etrusco di Napoli

    Il Museo del sottosuolo, gioiello partenopeo

    Il Museo Hermann Nitsch

    Museo Erotico a Napoli


    Copyright © 2011 Eventi Napoli. Tutti i diritti riservati. | Eventi Napoli - P.IVA: 06949041211 | Powered by Raid.net

    Ulteriori informazioni

    I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

    Esistono diversi tipi di cookie:

    • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
    • Cookie di profilazione utilizzati da servizi di terze parti (google, facebook, twitter, etc.), sono cookie che consentono di tracciare le attività degli utenti favorendo la visualizzazione di pubblicità mirata
    • Cookie di autenticazione che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie di autenticazione) per permetterne la condivisione e l'autenticazione utente

    Quindi, accedendo e navigando sul nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. I servizi di terze parti utilizzati dal questo sito web sono i seguenti:
    - google analytics, google adsense, google video, youtube, google login. I cookies aggiunti da Google sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google (Google cookie privacy).
    - Facebook, Twitter, Instagram utilizzano cookie per l'autenticazione utente e per la condivisione dei contenuti. Le rispettive privacy policy sono consultabili ai seguenti link: facebook cookie privacy, twitter cookie privacy, Instagram cookie privacy


    Ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser (approfondisci).